Studio Tecnico Agrario

Archivi

+39 339 300 5345
Dal lunedì al Venerdì dalle 09:00 alle 19:00

Speciale Turismo

L’emergenza da COVID-19 ha pregiudicato la stagione turistica 2020 colpendo indistintamente tutte le tipologie di ospitalità e ricettività. Nella mia attività professionale, incentrata sulla consulenza e sullo sviluppo delle aziende agricole, ho modo di vedere giornalmente le difficoltà riscontrate dalle attività ricettive e da questa esperienza è nata la voglia di mettere a disposizione in forma gratuita alcuni contributi, secondo me necessari, per adeguare il concetto di hospitality rispetto al cambiamento in atto.

Con tale finalità è stata realizzata una pubblicazione informativa e pubblicitaria a cura di LAB 74, la prima struttura libera di cooperazione tra professionisti, che ho contribuito a costituire nel maggio 2019, all’interno della quale ciascun aderente alla struttura ha voluto indicare le proprie proposte per trasformare l’attuale crisi del comparto turistico in occasione di riqualificazione e rilancio.

La pubblicazione ha l’obiettivo di fornire un punto di vista differente sull’attuale situazione in modo da consentire, anche a colui che non vorrà utilizzare i miei ed i nostri servizi, di poter proseguire la propria attività con efficacia.

Potete richiedere una consulenza gratuita per una prima analisi della Vs. attività oltre alla copia gratuita della pubblicazione, compilando il modulo seguente.

CORONAVIRUS, ACCORDO CON ALBERGATORI E AGRITURISMI PER SISTEMARE OLTRE 2MILA ISOLATI

Sorgente: CORONAVIRUS, ACCORDO CON ALBERGATORI E AGRITURISMI PER SISTEMARE OLTRE 2MILA ISOLATI

In Maremma non ci facciamo mancare nulla

[

 

La notte tra sabato e domenica i giorni 15 e 16 novembre 2019, per molti rimarranno impresse nella memoria come sono parte di noi le notti delle alluvioni e di molte altre calamità che in varia misura hanno interessato il nostro territorio.

Ancora una volta il tempo delle merende è finito, il tempo conviviale passato intorno ad un tavolo ha lasciato nuovamente il posto alle giornate piene di sopralluoghi tra detriti e disperazione. Tra persone che chiedono chi li aiuterà o quando potranno iniziare a ripristinare le loro vite fatte di oggetti, di case, di produzione.

La raccolta delle olive è terminata pochi giorni fa e purtroppo non abbiamo fatto in tempo a rallegrarci del buon raccolto di quest’anno che un evento che vedevamo solo nei film americani è diventato una realtà maremmana e ha distrutto centinaia di piante che solo la dedizione dei proprietari potrà recuperare.

Un investimento a perdere, quelle piante sradicate dalla tromba d’aria per molti anni non produrranno frutti, i costi di ripristino saranno un investimento per il futuro, saranno la migliore risposta al destino. Le imprese agricole sono vive e continueranno ad esserlo a dispetto di un clima che ci restituisce tutto il male che l’umanità gli ha fatto

#noisiamovivi

 

Psr Feasr 2014-2020, contributi alle aziende agricole per interventi irrigui

Sorgente: Psr Feasr 2014-2020, contributi alle aziende agricole per interventi irrigui

Banca nazionale delle terre agricole, all’asta 7707 ettari

Il ministro Centinaio: ‘Ridiamo valore alla nostra terra’. Ismea registra basi d’asta più elevate per i terreni del Nord e Centro più estesi e per quelli in coltura specializzata ed irrigui del Sud

Sorgente: Banca nazionale delle terre agricole, all’asta 7707 ettari

Dopo le vacanze

Torniamo operativi, dopo oltre un anno di assenza, fiduciosi che la riorganizzazione effettuata ci consenta di essere più efficienti nella comunicazione e nell’aggiornamento di questa vetrina, convinti di poter essere un prezioso strumento per le persone che vedono nell’agricoltura una prospettiva di sviluppo, per i soggetti che desiderano fare impresa all’interno di un mestiere antico che tuttavia è riuscito a rinnovarsi ed a reinventarsi continuamente.

Negli ultimi anni ci hanno persuaso che non fosse più possibile creare impresa in questo settore e quindi vivere di questo mestiere, ma con le giuste idee e tanta passione è possibile andare lontano.

 

Periti Agrari

peritiagrari_tirreno

FINALMENTE I BANDI PSR

Finalmente l’attesa è finita, dopo l’uscita della misura di primo insediamento giovani, sono stati pubblicati sul sito della Regione Toscana i bandi PSR relativi alle misure “sostegno agli investimenti” Misura 4.1 e “diversificazione” Misura 6.4.1.

I bandi per l’annualità 2016 sono scaricabili dal seguente link :

 

http://www.regione.toscana.it/psr-2014

Pacchetto Giovani

La Regione Toscana, con Decreto n. 1276 del 21 marzo 2016, ha disposto la proroga dei termini di presentazione della domanda di COMPLETAMENTO del bando “Pacchetto Giovani PSR 2014/2020”.

La documentazione dovrà pertanto essere presentata entro le ore 13:00 del 02 maggio 2016.

GESTIONE DEL TERRITORIO E SVILUPPO AGRICOLO

L’Italia è un paese meraviglioso e concedetemelo la Toscana è una Regione bellissima, le cui suggestioni paesaggistiche vengono universalmente riproposte perfino in altri contesti ambientali (dall’America all’Australia), quali elementi di bellezza universale.

L’alto valore paesaggistico dei nostri boschi, il reticolo collinare costituito dei “campi chiusi”, la regolarità geometrica dei vigneti a “ritto-chino”, le formazioni di appoderamento diffuso che hanno modificato la palustre maremma nel territorio della nuova borghesia, gli oliveti collinari che sembrano arrotondare le forme del nostro territorio, formano nel complesso un paesaggio rurale di incomparabile pregio varietale, tuttavia è bene ricordarlo, NON NATURALE.

Il paesaggio nel corso degli anni è stato adeguato dalla mano dell’uomo e dai suoi fabbisogni, dalla necessità di creare reddito e consentire la vita delle proprie famiglie. La cura e l’ingegno umano hanno plasmato il territorio, sfruttandolo per il proprio sostentamento, ma al contempo avendone cura quale appunto unica risorsa disponibile. In ogni parte del mondo lo sviluppo ha inequivocabilmente gravato sul territorio che lo ospitava, formando con esso un insolubile legame.

La Toscana è tra le prime regioni italiane che si è dotata degli strumenti previsti dall’art. 143 del Codice dei Bei Culturali, grazie all’adozione del Piano di Indirizzo Territoriale con valenza paesaggistica. Tale strumento di rilevante importanza e impatto sul territorio, sottolinea ancora una volta come la Toscana sia particolarmente attenta alle tematiche di salvaguardia ambientale a tutela del patrimonio “di tutti”.

Mi permetto tuttavia una breve riflessione, da tecnico del settore che quotidianamente barcolla tra lo sviluppo delle imprese agricole e le esigenze di salvaguardia del territorio. Il patrimonio “di tutti” in realtà è formato da un reticolo variopinto di terreni privati che per il paese rappresentano una fetta consistente del P.I.L., dell’occupazione e della salvaguardia idrogeologica. Quel reticolo di piccole e grandi aziende costituisce il tessuto paesaggistico universalmente riconosciuto, costituisce vita e sviluppo per numerose famiglie e lavoratori, si configura quale indispensabile difesa del nostro valore storico, naturalistico e paesaggistico.

Posto in questi termini, stante le numerose osservazioni proposte all’adozione di tale strumento, mi auguro che il territorio toscano venga analizzato anche sotto il profilo imprenditoriale in quanto, il mantenimento del paesaggio e la sua evoluzione passano attraverso la vita di migliaia di imprese agricole.

luglio: 2020
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031